Stagione 2017/18

L’ARIA DEL CONTINENTE

regia Giampaolo Romania

Dettagli Chiudi
IL PIU' BRUTTO WEEKEND DELLA NOSTRA VITA

di Norm Foster
regia Maurizio Micheli

in  Prosa 
Dettagli Chiudi
AMATO JAZZ TRIO

Elio Amato pianoforte e trombone
Alberto Amato contrabbasso
Loris Amato batteria

Fuori Abbonamento

in  Musica 
Dettagli Chiudi
ITALIAN ENSEMBLE - La musica italiana dal barocco a oggi

Sestetto d'archi, fisarmonica, mandolino e pianoforte
Musiche di: Vivaldi, Rossini, Piovani, Rota, Morricone, Modugno, Battisti, Conte, Murania, Forturello

in  Musica 
Dettagli Chiudi
ENRICO LACOGNATA

Enrico Lacognata pianoforte

Fuori Abbonamento

in  Musica 
Dettagli Chiudi
CHOICE QUARTET

Roberto Barni batteria
Armando Barni sax alto
Sergio Battaglio sax tenore
Massimiliano Gintoli basso elettrico

Fuori Abbonamento

in  Musica 
Dettagli Chiudi
U CAVALERI FALLUTU

liberamente rivisto e rielaborato da Antonio Pluchino

regia Antonio Pluchino

Dettagli Chiudi

LA BOHÈME

12 Maggio
LA BOHÈME

di Giacomo Puccini
Michele Pupillo direttore d'orchestra
Regia Antonino Interisano

in  Musica 
Dettagli Chiudi

STASERA SI RIDE

13 Maggio
STASERA SI RIDE

Atti unici di Achille Campanile
Regia Saro Spadola

Dettagli Chiudi

TURI U MIRICANU

27 Maggio
TURI U MIRICANU

di Nunzio Cocivera e Vincenzo Prestigiacomo
regia Marcello Bruno

Dettagli Chiudi
DANCES FROM THE WORLD - Orchestra di fiati del Liceo Musicale

Orchestra di Fiati del Liceo Musicale “G. Verga” di Modica
diretta da Mirko Caruso

in  Musica 
Dettagli Chiudi
LA SIRENETTA, IL MUSICAL

regia e coreografia Marco Verna

Dettagli Chiudi
PERCUSSIO MUNDI & ALL STARS - Paesaggi sonori

Giovanni Caruso direttore percussionista

in  Musica 
Dettagli Chiudi
NOTE DA OSCAR 2 - Musica e cinema

Chroma Ensemble
Quintetto d’archi, fisarmonica, pianoforte

in  Musica 
Dettagli Chiudi

CIN CI LA

10 Novembre
CIN CI LA

di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato
Diego Cristofaro direttore d'orchestra
Regia Umberto Scida

in  Musica 
Dettagli Chiudi
IL QUARTETTO: CLASSICISMO E ROMANTICISMO - Quartetto Ludwig

MusVito Imperato violino, Gaetano Adorno viola
Benedetto Munzone violoncello, Epifanio Comis pianoforte

in  Musica 
Dettagli Chiudi

La Cooperativa

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Il  Gruppo

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Il  Territorio

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.

Agricoltura  Sostenibile

Cuspide capovolta di un'isola che sorride in faccia all'Africa, il territorio ragusano sorge ai piedi dei Monti Iblei. Tra un mare dotato di mille rive e la pietra color grano di barocche armonie, esso affida a venti tiepidi e lievi la sua storia secolare di miti, invasioni e insperate rinascite. Un paesaggio a tratti ancestrale, segnato dal fitto rincorrersi di dolci rilievi, da vallate verdi in mezzo agli altopiani, dai boschi di lecci e dalla trama irregolare di muri a secco sui pendii, accoglie il viandante di ieri e di oggi che voglia percorrerne le strade e i sentieri, in cerca delle sue primizie. Dove la macchia mediterranea cede il passo alle enormi distese di ulivi e carrubi centenari, vigneti e agrumeti odorosi, la mano dell'uomo ha sapientemente distribuito acqua e nutrimento su una terra dalla natura doppia, argillosa e calcarea, incline agli eccessi di sole e alla perenne ricerca d'ombra: come bachi da seta intenti a trasbordare da una foglia di gelso all'altra, così i filari di serre si allungano sul terreno, celando e proteggendo nel proprio ventre ortaggi dal colore acceso e lucente. I vantaggi del clima mediterraneo, contraddistinto da estati generosamente calde e inverni tutt'altro che rigidi, rendono unici e inconfondibili tali frutti della terra in quanto a sapore, genuinità e freschezza: la forza degli elementi, bilanciata dall'ingegno umano, crea meraviglie per la tavola, la salute, il corpo .Il Ragusano, la riscoperta siciliana del gusto.